Turismo. Piso : Lupa è storia e mito di Roma, no via da Brand “cambiare è operazione infelice, anche per tempi e risorse”

(DIRE) Roma, 15 mag 2014 – “La notizia che l’amministrazione capitolina stia pensando di eliminare la Lupa di Roma dal brand commerciale della citta’ e’ pari al senso dell’identita’ e della storia che ha dimostrato di avere in questo anno: nessuno. Non capire che Roma deve la sua unicita’ alla sua storia, alla sua leggenda fondativa e’ dimostrazione di ignoranza. Roma e’ impastata con il suo stesso mito e la Lupa, Romolo e Remo, il suo atto fondativo ne rappresentano la sua radice piu’ profonda. Non vogliamo poi entrare nella polemica tecnica e burocratica sui tempi e le risorse che, peraltro, l’amministrazione dovra’ impiegare per questa infelice operazione. Viene sinceramente da pensare perche’ tutto questo zelo non venga indirizzato nel continuare a migliorare nel mondo, con interventi di sostanza, il gia’ forte brand della Capitale. Tutto questo mentre, da giorni, si discetta sull’apertura del Colosseo la notte con una grottesca discussione sul numero minimo dei custodi, sul loro status di volontari a fronte di un evento di portata mondiale. Queste sono oggi Roma e l’Italia: indifferenza verso la propria anima piu’ profonda ed una coltre impenetrabile di assurda burocrazia ed inefficienze, incomprensibili ai piu’, che soffocano un patrimonio di valenza mondiale”. Cosi’, in una nota, Vincenzo Piso, parlamentare del Nuovo centrodestra.

I commenti sono chiusi