TPL: Piso (NCD), situazione drammatica, necessario aprire vertenza nazionale

(AGENPARL) – Roma, 09 set 2014 – “La mobilità a Roma è in uno stato drammatico. Viste le ultime esternazioni del sindaco Marino, è necessario prendere atto che è urgente e prioritario l apertura di una vera e propriavertenza Roma a livello nazionale che preveda una regia e un controllo nazionale sul governo della città”. A dirlo è Vincenzo Piso, deputato del Nuovo Centrodestra e membro dell’Ufficio di Presidenza. Piso sottolinea che “bisogna sterilizzare l’azione dell’amministrazione locale impantanata da logiche ideologiche e di ricerca di consenso che rischiano di portare oltre il punto di non ritorno una città che deve divenire una grande risorsa nazionale”. E conclude “non esiste alcuna strategia condivisa a livello locale tra l’amministrazione di Roma Capitale e la Regione e, al di la’ delle boutade ideologiche di Marino ,non esiste alcun serio provvedimento di prospettiva per il TPL ma solo una esclusiva richiesta di aiuti al governo nazionale accompagnata dall innalzamento di tariffe di parcheggi e ZTL e una ridicola ed inutile operazione di messa in mobilità ex legge 223. Come ,peraltro,senza prospettiva e senza alcuna vera volontà di riforma è stato l’intervento della Regione che, se da un lato ha riaperto il canale delle risorse dovute a Roma Capitale, contestualmente sta immaginando la vendita di una delle tratte più remunerative del trasporto pubblico romano laziale ,ovvero,la Roma –Lido”.

I commenti sono chiusi