Tpl: Piso (NCD), Federmobilità conferma mie idee su modello aziende

(AGENPARL) – Roma, 20 gen 2014 – “Vediamo con favore il crescere del dibattito in merito al tema della razionalizzazione delle aziende del TPL. Il convegno sul tema organizzato da Federmobilità oggi a Roma conferma quanto da me più volte ribadito in merito alla necessità di individuare un modello per razionalizzare e concentrare le Imprese ricercando volumi ed economie di scala. Le questioni sul tappeto non sono però di facile soluzione. Ad esempio il perimetro e le dimensioni ottimali delle Aziende non possono essere definite solo in base a criteri amministrativi quanto semmai sull’efficienza dimensionale dei lotti e sulle caratteristiche della domanda. Potremmo scoprire ad esempio che esistono macro regioni o aree urbane vaste che non per forza insistono sui medesimi confini amministrativi. Così come sul tema delle integrazioni o sinergie forse il modello ad holding è quello maggiormente da perseguire piuttosto che un unico grosso “monopolista” solo su scala più ampia. Ma prima di tutto, così come sta emergendo dall’indagine conoscitiva condotta dalla Commissione Trasporti, non è più procrastinabile una semplificazione dell’impianto normativo complessivo che comporti anche maggiori certezze sul tema dei pagamenti. Da non subordinare infine il tema dei mezzi, delle infrastrutture e degli investimenti necessari sui quali con coraggio dovremmo proporre che non vengano contabilizzati nel computo del 3% del patto di stabilità”. Lo afferma in una nota Vincenzo Piso, deputato Ncd.

I commenti sono chiusi