Archivio Tag: territorio

Rifiuti: Piso, sinistra ha dimenticato emergenza Napoli?

(ANSA) – ROMA, 20 NOV 2012 – ‘Il pensiero debole e propagandistico della sinistra produce oggi l’ennesimo orrore. I suoi senatori presentano un’interrogazione al Ministro Clini contro l’ipotesi di trasferire all’estero i rifiuti eccedenti, soluzione posta pubblicamente come extrema ratio e subordinata alla mancata indicazione di discariche provvisorie e definitive, alternative a Malagrotta, che dovrebbero per legge essere indicate dal presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, e autorizzate dal commissario straordinario Sottile’. Lo dichiara il parlamentare e coordinatore regionale del Pdl del Lazio Vincenzo¬†Piso. Continua »

(LZ) Regionali. Piso: Cdm prende atto corretto operato Presidenza

“Deluse aspettative Pd che si aspettava un decreto d’urgenza”.

(DIRE) Roma, 26 ott. 2012 – “Rileviamo con soddisfazione che anche il Consiglio dei ministri, in linea con il ministro dell’Interno, ha fatto finalmente chiarezza, laddove afferma che la data delle elezioni sia ‘fissata’ dalla presidente della Regione, prendendo atto della correttezza formale e sostanziale dell’operato della presidenza della Regione Lazio nel dare piena ed esclusiva applicazione alla Costituzione e allo Statuto della Regione, alla normativa nazionale e regionale in materia elettorale oltre che ai precedenti”. Lo dice in una nota il coordinatore regionale del Pdl Lazio, Vincenzo¬†Piso.
Peraltro, aggiunge, “non risulta che un semplice parere dell’Avvocatura dello Stato, come anche il ministro Cancellieri ha riconosciuto nella sua recente riposta al question time all’interrogazione di parlamentari Pd, possa incidere su un chiaro e definito assetto normativo particolarmente stringente come deve essere in materia di procedimenti elettorali. Rimangono dunque deluse le aspettative di chi, come il Partito democratico, si aspettava un decreto d’urgenza da parte del governo, senza dimenticare il parere contrario di ieri della commissione bicamerale Affari regionali al decreto 174, e dovra’ invece accontentarsi di un semplice parere dell’Avvocatura dello Stato.
Condividiamo l’auspicio del governo di votare nel piu’ breve tempo possibile assicurando pero’ un regolare e sereno svolgimento della consultazione elettorale”.