SICUREZZA, PISO (IDEA): DOPO AUDIZIONE MINNITTI PASSARE AI FATTI

(OMNIROMA) Roma, 19 SET 2017 – “Nella mattinata di oggi la Commissione Parlamentare di inchiesta sulla sicurezza ed il degrado delle periferie ha audito il Ministro dell’Interno Minniti. Una audizione molto interessante dove oltre alla rappresentazione del modello di sicurezza che si sta cercando di realizzare, il Responsabile dell’Interno ha dichiarato la sua convinzione di un intervento ‘tolleranza zero’ per roghi tossici e dispersione scolastica. Monitoraggio 24H no stop degli insediamenti dove queste pratiche di ‘combustione e riciclo’ dell’immondizia costituiscono una vera e propria filiera criminale, sollecitando prefetti e sindaci ad intervenire utilizzando le normative e gli strumenti ritenuti più confacenti”. Così in una nota Vincenzo Piso. “Il Ministro ha anche auspicato un intervento deciso per combattere il fenomeno dell’abbandono scolastico dei minori, intervenendo, ove la casistica lo richieda, anche sulla patria potestà – ha aggiunto – Nel quadro di un modello di ‘sicurezza integrata’ il Ministro ha anche dichiarato di condividere la volontà di intervenire normativamente per ridisegnare i profili relativi alle polizie locali. Al termine dell audizione il Vice Presidente della Commissione On.Morassut ha manifestato l’opportunità che la Commissione avanzi rapidamente una richiesta ufficiale ai Prefetti delle città interessate, fra cui Roma, al fine di intervenire sui roghi tossici, predisponendo un monitoraggio continuo delle aree interessate. Con questo medesimo obiettivo e allo scopo di rafforzare quanto evidenziato nell’audizione in questione, riteniamo coerente avanzare al Presidente Causin una richiesta di ascolto del Prefetto della Capitale ed eventualmente delle città maggiormente interessate da questi fenomeni, al fine di approfondire le possibilità di intervento operativo come l’utilizzo delle norme relative alla cosiddetta ‘terra dei fuochi’”

I commenti sono chiusi