Scioperi:Piso-Augello,sparite comunicazioni con macchinista

“Impossibile identificare chi diede ordine arresto treni metro” (ANSA) – ROMA, 22 APR 2015 – “Fra meno di un’ora verranno rese note le conclusioni della commissione d’inchiesta dell’Atac sul venerdi’ nero della metro A. Siamo in grado di anticiparne alcuni contenuti a dir poco sorprendenti: la piu’ importante e’ che l’Atac dichiarera’ di non disporre delle registrazioni delle comunicazioni terra-treno di quel giorno e quindi di non poter identificare chi diede l’ordine di arresto ai treni”. Lo dichiarano il senatore Augello e l’onorevole Piso, autori dell’interrogazione parlamentare che ha portato alla luce le responsabilita’ della dirigenza dell’Atac nel caos delle metropolitane romane. “Guarda caso sono sparite, non si sa se per un guasto o perche’ non fosse in funzione, proprio in quel momento, la scatola nera della metro -spiegano- fatto sta che la commissione proprio non riesce ad identificare il dirigente che diede l’ordine di arresto ai treni, la cui registrazione impazza nella rete. Il tentativo e’ quello di procedere ad un’autoassoluzione di tutta la dirigenza. Peccato che i Dgt che possono aver dato quell’ordine non sono decine, ma solo due, quelli di turno. E quindi anche la provvidenziale de’bacle tecnologica non dovrebbe essere un ostacolo insormontabile all’accertamento delle responsabilita’”.¬†Inoltre, per Augello e Piso, “la scatola nera che si trasforma in scatola magica del sindaco, e’ una storia divertente, che di sicuro la magistratura sapra’ apprezzare e valorizzare come merita”. “Fra l’altro, ammesso che sia vera, apre un altro formidabile capitolo sulla sicurezza: se il 17 aprile scorso ci fosse stato un incidente sulla metro non sarebbe stato possibile disporre delle conversazioni tra il Dgt e macchinisti. Per fortuna stiamo solo commentando una farsa e non una tragedia”

I commenti sono chiusi