Roma: Rifiuti, Piso “con favole Marino rischio pietra tombale per città”

ROMA (ITALPRESS) 18.07.2014 – “Come si suol dire, l’importante e’ saperlo. Se a Roma paghiamo per portare fuori i rifiuti e la citta’ fa schifo la colpa e’ del ‘padrone’ Cerroni. Se la Metro C segna il passo e la sua realizzazione incontra una serie di problemi senza fine la responsabilita’ e’ dei vertici di Roma Metropolitane. Cosi’ leggiamo sui principali quotidiani e, soprattutto, con queste verita’ Marino e la sua Giunta si stanno giustificando dinanzi alla citta’. Noi, invece, pensiamo che queste favole oggi sbandierate al vento verranno molto presto spazzate via dalla realta’”. E’ quanto dichiara il deputato Ncd, Vincenzo Piso. “La realta’ – sottolinea il parlamentare del Nuovo Centrodestra – di una incapacita’ di trattare il tema rifiuti con serieta’ e non con le solite baggianate a sfondo ideologico tipiche delle amministrazioni di sinistra. E magari ricordando come l’oggi demonizzato avvocato Cerroni sia divenuto centrale nel sistema di smaltimento dei rifiuti romano laziale. La realta’ di una Metro C nata male e che finira’ peggio, ovvero con esorbitanti costi di realizzazione, enormi costi di gestione e una utilita’ trasportistica relativa e assolutamente fuori misura rispetto alle economie assorbite. L’unica verita’ – prosegue Piso – e’ che oggi Marino non fa altro che raccogliere il fallimento progettuale della citta’ immaginata da Rutelli e Veltroni. E il dramma vero e’ che, in mancanza di una visione alternativa, se non si avra’ il coraggio di rompere in maniera forte e decisa con un passato cosi’ inabilitante – conclude – questa amministrazione rappresentera’ la pietra tombale di Roma”.

I commenti sono chiusi