Roma Capitale, Piso: Lega e Pd guardano a proprio orticello

(ANSA) – ROMA, 12 NOV 2011 - ‘Oggi la Lega Nord, rifiutandosi Calderoli di portare all’esame del Consiglio dei Ministri il testo del decreto legislativo su Roma Capitale, ha preferito guardare al proprio orticello e alle piccole convenienze che al bene del Paese. Il Pd romano, sbrigandosi a strumentalizzare, guarda anch’esso al proprio orticello’. Lo sostiene, in una nota, il deputato del Pdl e coordinatore del Lazio Vincenzo Piso.
‘Comprendo quanto potesse essere difficile – aggiunge – presentarsi ai popoli padani portando come ultimo atto del ministro Calderoli una riforma dal titolo ‘Roma Capitale’. La sfortuna di questo Paese, pero’, e’ vedere come a un comportamento inqualificabile, come quello tenuto da Calderoli e dalla Lega oggi, si sommi lo squallido cicaleccio di chi, invece che pensare al bene di Roma e chiedere al prossimo Esecutivo di approvare il Decreto, oggi festeggi questa pagina buia accusando Alemanno, come ha subito fatto il segretario romano del Pd, Marco Miccoli. La maturita’ del Pd – conclude – si vede in questi momenti e qui di maturita’ ce n’e’ ben poca’.

I commenti sono chiusi