ROGHI, PISO (IDEA): SINDACO DI ROMA SE C’È BATTA UN COLPO

(OMNIROMA) Roma, 10 OTT 2017 – “Oggi la Commissione Parlamentare di inchiesta sul degrado e la sicurezza delle periferie ha audito il Prefetto di Roma Paola Basilone sulla piaga dei roghi tossici. Argomento complesso che richiama una serie di problematicità e rispetto al quale il Ministro Minniti, fornendo una disponibilità ad interventi straordinari, aveva in una audizione precedente rimandato il tutto all’operatività dei Prefetti e dei Coordinamenti interistituzionali per l’ordine pubblico che devono e possono intervenire in queste circostanze. Senza entrare nel merito della lunga audizione l’impressione è che si sia ad un passo dalla possibilità di sviluppare una azione di maggiore incisività e contrasto, ma, per questioni puramente burocratiche, non si riesce, ad oggi, a mettere tutti gli attori protagonisti intorno al tavolo decisionale. Vorremmo, quindi, richiamare l’attenzione, in special modo del Sindaco, sul fatto che mentre si perde tempo nel tentativo di trovare spazio in agenda per un incontro che potrebbe segnare la differenza rispetto ad una quotidianità che penalizza migliaia di cittadini romani ed il territorio, i roghi continuano, avvelenando persone ed ambiente, calpestando legalità e vivibilità minima. Per questo il Presidente della Commissione Causin si è impegnato a far partire due note indirizzate al Ministro Minniti ed al Sindaco della Capitale, affinché non si sprechi la possibilità di dare un segnale chiaro, univoco e forte su questo tema. Nell’attesa di una disponibilità da parte del Sindaco non staremo di certo con le mani in mano perché, al netto del doveroso impegno istituzionale, non dimentichiamo mai di essere, innanzitutto, ‘cives romae’”. Lo afferma in una nota Vincenzo Piso.

I commenti sono chiusi