PARTECIPATE, PISO (IDEA): COLOMBAN AMMETTE DI ESSERE ANCORA FERMO AL PALO

(OMNIROMA) Roma, 05 APR 2017 – “Dopo otto mesi di dichiarazioni contraddittorie su aziende di secondo livello già liquidate, oppure, accorpate da tempo, l’assessore alle partecipate di Roma Capitale conferma quello che sospettiamo da tempo: ad oggi non esiste alcun piano sulle partecipate. Si danno dei numeri, 8, 10, 12 come se fossero quelli della tombola, si smentisce quello detto qualche mese fa (vedi Roma Metropolitane) e, dulcis in fundo, per quanto attiene alcune di queste aziende non si ha notizia di alcun piano industriale e, tantomeno, rassicurazioni rispetto a gare europee che andrebbero espletate entro il 2019 (vedi ATAC). Non si ha neanche notizia di un confronto con la Regione per quanto riguarda, perlomeno, le Ipab. Insomma questo Campidoglio da sempre più l’idea di una amministrazione tesa fra trovate da Circo Barnum ed il vuoto pneumatico. Vorremmo sommessamente ricordare che le partecipate sono quelle aziende che dovrebbero erogare i servizi essenziali per la cittadinanza. Parliamo della funzioni più importanti e del core business dell’amministrazione capitolina. Con l’arrivo dell estate sarà passato il primo anno di governo 5 stelle della Capitale, nessuno pretende miracoli, ma qualche idea credibile e come, magari, realizzarla, sarebbe cosa gradita”. Lo afferma in una nota Vincenzo Piso

I commenti sono chiusi