Omniroma-ROVISTAGGIO, PISO (IDEA): GIUNTA RAGGI PIÙ TEMIBILE DELLE TARTARUGHE NINJA

(OMNIROMA) Roma, 09 MAR 2017 – “Apprendiamo che la Giunta Raggi sta per prendere due efficaci provvedimenti contro il rovistaggio nei cassonetti. Infatti, una oculata modifica del regolamento comunale prevederà sanzioni per chi rovisterà nei cassonetti e, udite udite, la celere rimozione degli stessi entro il 2021.Rom e Sinti già terrorizzati dal nuovo regolamento in itinere assicurano, giurin giurello, che non rovisteranno più e temono che la dura sanzione non sia accompagnata da reprimenda scritta”. Lo afferma in una nota Vincenzo Piso (Idea). “Per quanto attiene i cassonetti, da qui al 2021 gli attuali si scomporranno da soli, facendo risparmiare alla Giunta risorse e tempo. I romani ancora non lo sanno, ma presto molto presto, avremo il porta a porta in tutta Roma o forse, è più facile ed economicamente sostenibile, potranno tutti vedere Porta a Porta – aggiunge – L’incredibile efficienza della Giunta Raggi, più temibile delle Tartarughe Ninja, più veloce di un Bradipo Amazzonico. Ma, al netto delle troppo facili battute, questi provvedimenti in itinere, tutti coloro che conoscono un minimo di amministrazione locale, sanno che saranno inutili e disattesi. E’ incredibile come questa amministrazione sia senza uno straccio di idee innovative. Nulla, solo affermazioni di scarso senso. Dietro il rovistaggio è oramai acclarato che prosperi una filiera di riciclo dei rifiuti che produce economie di una certa importanza. Quindi, perché invece di dire banalità non si organizza un efficiente servizio di raccolta per i cittadini romani dei materiali nobili? Il Sindaco e la sua giunta hanno mai sentito parlare delle cosiddette ‘miniere metropolitane’? Il recupero dei cosiddetti Raee. Enea ha in questo settore un progetto molto interessante ed Enea sta, indovini un po’? A Roma! La città di cui lei, Sindaco Raggi, è la prima cittadina! Incredibile, ma vero! Non che l’Enea stia nella nostra città, ma che lei sia il Sindaco!”

I commenti sono chiusi