Omniroma-CASA, PISO: FAMIGLIE IN SITUAZIONE DISAGIO NON SONO PEDINE DA GIOCO DELL’OCA

Omniroma-CASA, PISO: FAMIGLIE IN SITUAZIONE DISAGIO NON SONO PEDINE DA GIOCO DELL’OCA (OMNIROMA) Roma, 15 APR  2016 – “Temiamo che il tentativo di mettere ordine nel settore dell’emergenza abitativa in atto nella Capitale produrrà più danni che risultati positivi. Infatti l’impressione che si ha è che si proceda senza avere il supporto di una vera strategia, aggredendo alcune strutture che si è deciso di sgomberare comunque per motivi o ignoti o fin troppo evidenti, senza criteri oggettivi”. Così in una nota Vincenzo PISO, deputato del gruppo Misto. “Continuano poi le indicazioni distoniche – prosegue la nota – come quelle fornite oggi nel corso di una riunione alle Politiche Abitative del Comune, in cui alle assistenti sociali dei municipi interessati è stato rappresentata l’esigenza di sgomberare, ad esempio, entro il 25 aprile la realtà di via Tovaglieri. Peccato che ad oggi, come imporrebbero le norme, non sono pervenute a nessuno le lettere di spostamento ad altri C.A.A.T, peraltro, in un contesto dove solo le revoche sono circa 25 ed oltre 10 i trasferimenti previsti. Insomma si naviga a vista in attesa di un incontro previsto per domani pomeriggio con il Prefetto Tronca. Ci auguriamo che in quella autorevole sede vengano prese delle decisioni dettate dal buon senso e sulla base di informazioni corrette. Non vorremmo, infatti, che il Commissario Tronca venga in qualche modo indicato come parafulmine di una situazione ogni giorno più scottante e che riguarda decine di famiglie in attesa di una sistemazione definitiva. Famiglie in situazioni già di grave disagio e che non hanno di certo bisogno dell’aggravio derivante dalla precarietà provocata da spostamenti degni di uno sconcertante gioco dell’oca”.

I commenti sono chiusi