Offshore, Piso (Ncd): Presentata interpellanza a Renzi su Wpd. Affrontare questione in Cdm

(ilVelino/AGV NEWS) Roma, 03 GIU 2014 – “Ho presentato una interpellanza alla Presidenza del Consiglio affinche’ sblocchi l’investimento di 800 milioni di euro di Wpd nell’Adriatico, uno dei colossi dell’offshore mondiale. Se Wpd abbandonasse l’Italia ci sarebbero grosse ricadute negative per il Paese”. A dirlo e’ Vincenzo Piso, deputato del Nuovo Centrodestra e membro dell’ufficio di Presidenza del Gruppo. “L’iter autorizzativo – spiega Piso – si e’ impantanato per il contrasto tra il Ministero dell’Ambiente e quello dei Beni Culturali, che non ha dato il beneplacito. E’ opportuno che Renzi affronti la questione al prossimo Consiglio dei Ministri e sancisca un cambio di passo e rilasci l’autorizzazione”. Piso evidenzia che “la lotta alla burocrazia e’ una delle priorita’ del Governo e Renzi ha questa occasione per dimostrarlo. Secondo i dati di Confindustria un aumento dell’efficienza della Pubblica Amministrazione dell’1% genererebbe un incremento del Pil pro capite dello 0,9% e anche una crescita degli investimenti internazionali”.  ”L’Italia – conclude Piso – ha bisogno di attrarre investimenti internazionali per favorire la crescita economica e la ripresa dell’occupazione. Il Nuovo Centrodestra e’ al Governo per dare stabilita’ e accelerare la strada delle riforme e sancire una discontinuita’ rispetto al passato”.

I commenti sono chiusi