NOMADI, PISO: NON ABBIAMO BISOGNO DI ENNESIMI TAVOLI E PROTOCOLLI

(OMNIROMA) Roma, 22 DIC 2016 – “Il mirabolante documento firmato dal Comandante Botta del Gruppo sicurezza pubblica emergenziale a fronte di una fantomatica direttiva UE per l’integrazione dei Rom, e’ l’ennesima boutade. Innanzitutto, non esiste alcuna Direttiva, bensì una Comunicazione della UE di circa 5 anni fa che dava indicazioni, a fronte dell enorme flusso economico stanziato per i Rom, per una strategia di integrazione che producesse riscontri positivi e visionabili. Per cui, più che firmare protocolli inutili, questa amministrazione che ha fatto, finora a chiacchere, della trasparenza la propria bandiera avrebbe dovuto rendere edotti i cittadini romani di come questo enorme flusso di denaro stanziato negli anni non abbia prodotto assolutamente nulla. Proprio un paio di giorni fa la Commissione parlamentare di indagine sulla sicurezza ed il degrado delle periferie ha potuto visionare la situazione allucinante in cui vivono nel campo nomadi di Via Salviati ed è proprio da questa ‘terra di nessuno’ che sembrerebbero essere partiti i soggetti che con il loro scippo hanno portato alla morte della giovane studentessa cinese Zhang Yao. Per cui, per gentilezza, l’amministrazione capitolina invece di firmare atti che, oltretutto, spesso non sembrano essere legittimi e pertinenti, ci faccia comprendere come le risorse stanziate ad hoc siano state finora spese e quali gli obiettivi concreti della Giunta Raggi. Tutto il resto è noia e, purtroppo, un degrado in linea con le peggiori realtà urbane del mondo”. Così in una nota Vincenzo Piso, deputato di Movimento Idea.

I commenti sono chiusi