Multe, Piso (NCD): vicenda gestita malissimo, chieda scusa e dimissioni

(OMNIROMA) Roma, 17 NOV 2014 – “Se risponde a realtà quanto pubblicato oggi da La Repubblica sulla volontà di Marino di chiudere il cosiddetto Panda Gate, pagando le multe e vendendo la oramai arcinota Panda Rossa, avremmo l’ennesima conferma che il primo cittadino della capitale o non capisce o fa finta di non capire. In ambedue i casi non intravediamo alcuna attenuante”. Lo dichiara Vincenzo Piso, deputato del Nuovo Centrodestra e membro dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo. “Questa imbarazzante vicenda – continua Piso – non è più solo una questione di multe non pagate ma, soprattutto, come Marino abbia tentato di uscire dall’impasse. Il Sindaco della Capitale d’Italia ha annunciato, urbi et orbi, che era in atto un complotto criminale nei suoi confronti portando a testimonianza una patetica boutade informatica e di questa colossale balla ha informato Carabinieri e Procura. Marino e tutto il suo staff – conclude – dovrebbero andare via immediatamente. Altro che multe pagate e macchina venduta. Ma ci rendiamo conto della figura che ha fatto fare all’istituzione che dovrebbe rappresentare? E dopo poche ore, sempre lui e il suo mirabolante staff, hanno di nuovo parcheggiato la Panda in sosta vietata. Ogni commento è superfluo e , a questo punto, la responsabilità è anche di coloro che non gli spiegano la differenza tra menzogna e realtà, tra comportamenti leciti e non”.

I commenti sono chiusi