(LZ) Comunali. Piso: con dimissioni Marino fatto metà suo dovere

“Intanto ha intascato stipendio di ricchi 20 mila euro”.

(DIRE) Roma, 22 mag. 2013 – “La corsa affannosa dei diversi esponenti della sinistra a plaudire festanti alle dovutissime dimissioni di Marino dal Senato e’ la palese dimostrazione della cattiva coscienza del professorino candidato del Pd: dimissioni strombazzate l’8 aprile, scritte il 29 aprile, consegnate l’8 maggio al Senato. Dovrebbe essere una lettera poderosa, visto che ha richiesto ben 21 giorni per essere scritta, 30 per essere consegnata e addirittura 44 per essere discussa. Invece e’ una micragnosissima paginetta di 123 parole, piuttosto anodine. Marino ha fatto meno della meta’ del suo dovere, visto che, intanto, si e’ intascato lo stipendio da senatore, ricchi 20 mila euro. Il plauso glielo lasciamo fare dai corifei a comando”. Lo afferma in una nota Vincenzo Piso, deputato del Pdl.

I commenti sono chiusi