Comune, Piso (PDL): “Marino capisca che non è il sindaco di Nuova Delhi”

(OMNIROMA) Roma, 21 OTT 2013 – “Qualcuno a sinistra faccia capire a Marino che è il sindaco di Roma, città capitale d’Italia e non di Nuova Delhi. I Maro’ rappresentano la nostra nazione in una vicenda che li vede ingiustamente ed indebitamente trattenuti in India e la rimozione della loro foto dal Campidoglio e’ ingiustificabile. Come ingiustificabili sono le dichiarazioni del capo segreteria del sindaco sull’informazione nel momento in cui, grazie alla responsabilità delle forze dell’ordine, gli incidenti accaduti durante la manifestazione di sabato non hanno prodotto danni irreparabili. Insomma, siamo dinanzi a quel mix pseudo culturale che conosciamo bene per cui le forze armate sono un inutile orpello da guardare con sospetto e possibilmente da cancellare e i mass media sono i complici di un sordido potere che auspica violenze e devastazioni per poter meglio giustificare la propria azione repressiva”. Lo dichiara, in una nota, Vincenzo Piso, coordinatore regionale Pdl.“Bene, ora però, acclarato che il film proiettato è, più o meno, sempre lo stesso – prosegue il comunicato – ed oltretutto con decisamente molta meno dignità e capacità che in passato, il Pd ha il dovere di operare affinché queste deficienze diffuse vengano in qualche modo sanate perché Marino in versione Zapata de noantri in virtù del suo non secondario ruolo e’ dannoso. Si può avere un sindaco della capitale che mentre il Governo tratta la liberazione dei nostri militari fa scomparire la loro foto? Si può tollerare che in un momento molto difficile della nostra storia, contraddistinto da forti tensioni sociali, mentre le forze dell’ordine si fanno carico di assumere ed assorbire sulle proprie spalle tensioni fortissime, gli uomini più vicini al sindaco alimentano la vulgata dei mass media manipolatori della realtà? Riteniamo di no, al di la della nostra collocazione di parte. Qualcuno spieghi a Marino che non sta giocando al piccolo rivoluzionario”.

I commenti sono chiusi