Codice strada. Piso (NCD): con nostro intervento più sicurezza

Su omicidio stradale perplessi ma favorevoli (DIRE) Roma, 26 set. 2014 – “Il Nuovo Centrodestra si e’ impegnato a lungo in Commissione Trasporti per rafforzare il concetto di sicurezza stradale previsto nel Codice della Strada. Con un nostro emendamento lo status di utenti vulnerabili viene esteso, per la prima volta, a coloro che percorrono la strada su mezzi a due ruote. Vengono riconosciuti come una ‘categoria’ e ne vengono salvaguardati diritti e peculiarita’”. A dirlo e’ Vincenzo Piso, deputato del Nuovo Centrodestra e membro dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo, nel suo intervento in Aula Camera in discussione generale sul provvedimento relativo al Codice della Strada. “Un altro aspetto importante- continua Piso- sono gli incidenti stradali che rappresentano un problema sociale per l’alto numero di morti e di feriti che causano. Oltre ai costi sociali e umani si aggiungono, in realta’, anche elevati costi economici. Per quanto riguarda, pero’, il reato di omicidio stradale siamo favorevoli ma esprimiamo le nostre perplessita’”. E conclude: “Condividiamo, infatti, le valutazioni etiche sull’introduzione della fattispecie di reato di omicidio stradale ma esso si presta a complesse difficolta’ applicative che speriamo possano essere superate nel tempo. L’auspicio e’ fornire al giudice uno strumento sicuro e piu’ idoneo per rispondere adeguatamente alla legittima richiesta di giustizia dei famigliari”.

I commenti sono chiusi