Atac: Piso (PDL), in risposta a D’Ausilio

(AGENPARL) – Roma, 08 nov 2013 – Concediamo al capogruppo Pd capitolino il beneficio dell’ignoranza perché, dovrebbe sapere, che il personale di Atac che ha svolto l’indagine conoscitiva sulla bigliettazione dell’azienda è personale arrivato nel comparto del Tpl con l’amministrazione di centrodestra. Per cui innanzitutto queste persone meriterebbero di essere ringraziate. Avevo elegantemente omesso quali competenze e quali uomini legati al Pd sono rimasti all’interno dell’azienda per tutti questi anni e guarda caso troviamo tal Milan, ex segretario di una storica sezione del Pd, a capo del settore bigliettazione e per giunta ex dipendente Erg. Se poi D’Ausilio insiste, gli faccio l’elenco nome per nome di tutte le altre persone che fanno riferimento al Pd e che sono entrate in Atac durante le giunte Rutelli/Veltroni. Credo questo spiegherebbe molte delle domande che si pone D’Ausilio e lo invitiamo, quindi, a porgerle a chi di dovere. Per quanto poi attiene il mio essere stato sentito dalla magistratura in merito alle presunte tangenti dei filobus, D’Ausilio non solo è ignorante ma anche mendace perché non è assolutamente vero ed è facilmente riscontrabile. Ora, non voglio dare particolare peso alle affermazioni di un esponente della parte avversa evidentemente in difficoltà, eviterò, quindi, di ricordare a D’Ausilio tante altre questioni che riguardano questa vicenda e sulle quali spero che venga finalmente fatta luce. Qui nessuno vuole dare lezioni di moralità a qualcun altro, non aspiriamo ad essere un novelli Savonarola, noi vorremmo semplicemente , come diciamo da tempo, che su questioni così importanti ci fosse la volontà politica di sviluppare delle azioni capaci di incidere positivamente sui problemi nell’interesse della nostra città. Non crediamo, infatti, che la linea di demarcazione tra buono e cattivo sia perfettamente sovrapponibile a quella dei contrapposti schieramenti politici ma in situazioni di questo tipo, che si sono evidentemente generate e sviluppate in un determinato periodo storico del governo della nostra città, bisognerebbe avere il coraggio di riconoscerlo per poi riprendere un cammino lineare.

One Response to Atac: Piso (PDL), in risposta a D’Ausilio