Atac, Piso (NCD): “Management vuole libertà su questioni personale”

(OMNIROMA) Roma, 22 MAG 2014 – “La disdetta di Atac da Asstra chiarisce, ove ve ne fosse stato bisogno, il viatico che l’azienda del TPL romano intende intraprendere, probabilmente, da subito dopo le elezioni europee. E’ molto chiaro come il management stia creando le condizioni per avere quanta più libertà’ possibile nelle scottanti questioni legate al capitolo personale. Ora, al di là delle decisioni di Atac nel merito, ciò che, come sempre, lascia sempre a dir poco perplessi è la distonia fra un certo attivismo in alcuni ambiti ed il completo fermo in altri. Ovvero, se è comprensibile l’agitazione dell’azienda è quantomeno anomalo non indicare in cosa deve sfociare tutta questa attività. Giustificare il tutto con il generico concetto del risanamento economico ci sembra di una povertà manageriale non in linea con quello che dovrebbe essere l effettivo target dell’azienda”. Lo dichiara in una nota Vincenzo Piso, deputato Ncd.

I commenti sono chiusi