ATAC, PISO: INTERI REPARTI MANUTENZIONI SENZA RISCALDAMENTO

(OMNIROMA) Roma, 30 NOV 2016 – “Roma ha notoriamente un bel clima. L’inverno non è mai particolarmente freddo e molto raramente nevica. Forse è per questo che con l’arrivo della stagione invernale in Atac non hanno ancora pensato a riparare il riscaldamento in alcuni reparti delle manutenzioni di impianti come Tor Sapienza, Tor Vergata, Portonaccio, addirittura le officine centrali di Prenestina. Magari Fantasia avrà pensato che i lavoratori si devono riscaldare lavorando. Il moto, è risaputo, aiuta la circolazione del sangue e quindi i processi di termoregolazione corporea. E così, mentre la Raggi ed il consiglio comunale si preoccupano della vicenda referendaria e l’amministratore unico di Atac pensa al comarketing, nessuno si è preoccupato di far riparare quanto da tempo non funziona. Tutto qui? No, perché, se già questo basterebbe a qualificare le capacità gestionali in capo ad Atac, al peggio non c’è mai fine”. Lo scrive in una nota l’onorevole Vincenzo Piso. “Ed infatti, nel contempo, in un ottica di oculata programmazione, si è pensato bene, non più di affittare ma, sembrerebbe, acquistare, per circa 5mila euro cadauno – aggiunge – una serie di cannoni da riscaldamento industriali (una dozzina). Cannoni da riscaldamento capaci di consumare 18 litri di combustibile l’ora e che si sapeva (erano già stati affittati con risultati pessimi) non utilizzabili, a causa dei fumi e delle polveri pericolose che producono. In poche parole, il solito pasticcio alla Atac, condito dalla solita incapacità a programmare e dal solito spreco di denaro pubblico. L’indicazione per il Sindaco è molto chiara : la Fantasia, purtroppo, non basta serve la Programmazione”.

I commenti sono chiusi